Gaia Giancaspro          Urban Strasse 28A - 10967 Berlin      gaiagianca@gmail.com       P.I./St.-Nr. 14 307 60432

© 2023 by YOLO.

Proudly created with Wix.com

Cosa vedere a Berlino

i luoghi da non perdere

Scoprire Berlino:

un'esperienza indimenticabile

Questo sito si propone come obiettivo di accompagnarvi alla scoperta di Berlino, una delle città più attraenti d'Europa. Nessuno visita la capitale tedesca una sola volta. A Berlino ci si torna, perché qui si respira la Storia, con i passaggi epocali che hanno segnato gli ultimi secoli ed è qui che risiede il futuro del design e dell'architettura. L'arte e le avanguardie di tutto il mondo sembrano essersi date appuntamento nella capitale della Germania... scopri quali sono le 10 cose da vedere a Berlino e lasciati stupire! 

Perché visitare Berlino e cosa vedere

Abbiamo spesso sentito parlare di Berlino, dagli amici che l'hanno visitata in estate, a Capodanno o in primavera. Qualcuno racconta di quella volta sulla cupola del Reichstag, qualcun altro del Muro, della strana sensazione che si prova davanti a una barriera in cemento armato che ha diviso la città per quasi 30 anni, delle sue vittime, dei tentativi di fuga da Berlino Est, dei tunnel sotterranei, dei passeggeri clandestini nelle vecchie auto, dei passaporti falsi e persino delle mongolfiere.

 

Ne abbiamo sentito parlare dai quei conoscenti che vi si sono trasferiti per lavoro, per amore o anche solo per la voglia di cambiare aria e confrontarsi con una metropoli multietnica dove niente e nessuno è dato per scontato. 

Ma quanto costa un affitto a Berlino? Qual è lo stipendio medio? Si trova lavoro facilmente o bisogna conoscere bene la lingua? E quanto costano le case al metro quadro?

Queste sono le domande più frequenti da rivolgere ad una guida turistica di Berlino. Eh si, perché la città e la sua fama internazionale attirano giovani e meno giovani da ogni parte del mondo da ormai circa 20 anni.

E a chi mi chiede: “Cosa fare a Berlino?” rispondo che l'offerta è talmente vasta che dipende un po’ dagli interessi di ognuno anche se si possono elencare quei famosi luoghi da non perdere...

Berlino, luoghi di interesse

Tra i numerosi luoghi di interesse da non perdere c'è la parte monumentale dell'Isola di Musei e di Unter den Linden con la Porta di Brandeburgo e i modernissimi edifici del nuovo quartiere direzionale: gli uffici della Cancelleria Federale e il Parlamento.

La Gedächtniskirche (la Chiesa per non dimenticare) si trova a Berlino Ovest e fu bombardata durante la seconda guerra mondiale come gran parte della città e dei suoi monumenti. Si decise, però, di non rimettere mai in sesto il tetto della chiesa.

I segni visibili delle bombe che la colpirono sono ancora sotto gli occhi increduli dei visitatori. I berlinesi la chiamano, il “dente cariato” a causa del buco irregolare che la contraddistingue.

Molti furono i monumenti distrutti e ricostruiti.

Le tracce dei tragici eventi legati alla guerra sono però ancora rinvenibili, qui e li per le strade, a chi abbia voglia di vederli.

Topografia del Terrore è un edificio molto centrale, costruito esattamente laddove una volta si trovava il quartier generale delle SS durante gli anni del Nazionalsocialismo. Si può visitare gratuitamente e al suo interno si ripercorreranno le tappe dettagliate della dittatura nazista, delle persecuzioni dei dissidenti, nonché di moltissimi innocenti, come la Storia racconta.

 

Tra gli affascinanti luoghi di interesse di Berlino, non lontano dall'ultimo, si trova il Check Point Charlie, famoso punto di controllo documenti e luogo di passaggio da una parte all'atra della città divisa. Ancora oggi si distingue chiaramente il tracciato del Muro.

I trasporti a Berlino

 

In bicicletta, perché no?

 

Berlino è dotata di piste ciclabili estremamente funzionali ed è quasi tutta piatta, vi sono solo due collinette a Prenzlauerberg e a Kreuzberg. Per il resto si visita molto facilmente su due ruote. Vi divertirete un sacco!

 

In metropolitana, autobus e tram!

...ma con una guida turistica di Berlino sarà senz'altro più semplice!

 

I mezzi pubblici sono efficienti e funzionano fino a tarda notte (venerdì e sabato notte non stop). La rete metropolitana è tra le più sofisticate al mondo e vi sono sconti e tariffe convenienti per 3 o 7 giorni con inclusi ingressi o riduzioni ai musei più importanti della città.

 

I taxi hanno tariffe accessibili e i tassisti sono normalmente molto affidabili.

 

E poi, d’accordo, la nightlife berlinese sembra non avere eguali in Europa! Non ci sono orari di chiusura da rispettare, né per i club, né per i locali notturni (circa 200, solo in centro).

 

In discoteca si balla fino a mezzogiorno dell’indomani e l'offerta di generi musicali soddisfa davvero tutti i gusti. Grazie ai trasporti pubblici si può raggiungere facilmente la maggior parte dei posti di interesse.

Vi sono locali con musica dal vivo distribuiti nelle stradine di Friedrichshein, Kreuzberg e Schöneberg come anche grandi spazi all’aperto lungo il fiume Sprea. La musica è davvero una delle attrazioni più quotate nella capitale tedesca.

 

Ma attenzione, malgrado la sua intensa vita notturna, Berlino non è affatto una città pericolosa. La polizia tedesca tiene molto all’ordine pubblico, dunque le strade sono silenziose e sicure.

Cosa vedere a Berlino in Inverno

Inverno (novembre/febbraio)

Quando programmiamo un viaggio a Berlino ci chiediamo spesso se d’Inverno non sia il caso di lasciar perdere, fa forse troppo freddo? E come fare per visitare i siti d’ interesse a piedi?

La vostra guida turistica di Berlino vi risponderà senza esitazioni che la città è bellissima in tutte le stagioni, in ogni momento dell’anno  regala suggestioni diverse e panorami mozzafiato.

Dalla fine di novembre, ad esempio, si può cominciare a visitare i mercatini di Natale sparsi un po’ dovunque nei quartieri più frequentati. 

I più belli sono senza dubbio il mercatino di Alexander Platz, quello di Gendarmenmarkt e il leggendario Weinachtsmarkt di Potzdamer Platz con la pista di pattinaggio sul ghiaccio per i bambini e le tante, coloratissime bancarelle di dolciumi e artigianato.

Nei mercatini ci sono stufe a fungo per riscaldarsi, senza contare il famoso Gluhwein, un vin brulé bavarese servito caldo, a base di cannella, arancia e spezie dal sapore natalizio.

E poi la neve, la città è magicamente immersa in un silenzio ovattato e il giorno si illumina della luce riflessa dal bianco candido delle case, degli alberi, delle strade.

La vostra guida certificata di Berlino saprà organizzare gli spostamenti, le visite e le pause in base all’esigenza naturale di riscaldarsi davanti ad una tazza di cioccolata calda, in uno dei tantissimi saloni da the di tradizione mitteleuropea tra una passeggiata e l’altra.

Godiamoci dunque Berlino, anche in inverno!

Cosa vedere a Berlino in Autunno

 

Autunno (settembre/ottobre)

L’autunno ci fa meno paura, questo è certo! Le temperature si abbassano, ma mai sotto zero e lo spettacolo dei colori è impareggiabile. Berlino è circondata da tantissimi parchi, tra cui il più grande è Tiergarten.

 

Gli alberi in questa stagione si spogliano lentamente, formando tappeti di foglie gialle, ruggine e spesso di un incredibile color fucsia molto luminoso (le edere per esempio). In autunno si può ancora visitare in bicicletta e le passeggiate a piedi sono ancora molto gradevoli. 

 

Della primavera e dell’estate non vi parlerò a lungo: la città si ricopre di fiori e le terrazze dei caffè si popolano di studenti, turisti e berlinesi che adorano restarsene seduti a chiacchierare fino a tardi, in tutti i quartieri di Berlino. Vi aspetto!

Cosa mangiare a Berlino?

In Germania saremmo tutti tentati di nutrirci di würsteln e birra durante tutto il soggiorno, ma apparirà chiaro dopo i primi tentativi che, malgrado si tratti di portate succulente, per noi italiani, non può durare che qualche giorno… Noi vogliamo assaggiare anche le altre specialità del luogo e a questo proposito eccovi un elenco dei piatti tipici da non perdere…

 

Si comincia di solito con una Suppe, zuppa o vellutata di patate (la più tradizionale), di carote di zucca e altre verdure di stagione. È una entrée!

 

Si passa poi al piatto principale:

  • Eisbein, stinco di maiale al forno o alla birra 

  • Bretzel, anelli di pane salati e spesso serviti a tavola 

  • Weißwurst, insaccato bianco di vitello e pancetta servito con senape 

  • Rostbratwurst, salsiccia grigliata sul momento servita con senape 

  • Currywurst, salsiccia grigliata sul momento servita con curry 

  • Berliner Kasselerbraten, costoletta di maiale alla berlinese 

  • Gebratene Leber - Berliner Art, fegatini saltati al burro con fettine di mela fritte e anelli di cipolla 

  • Ente mit Rotkohl und Kartoffelklößen, anatra al forno con cavolo rosso e canederli

 

E infine, ci sono i dolci:

 

  •  Apfelstrudel, strudel di mele servito con crema alla vaniglia 

  • Kartoffelpuffer mit Apfelmuß, frittelle di patate con mousse di mele

  • Keiserschmarnn, frittatine dolci cosparse di zucchero a velo e accompagnate da marmellata di mirtilli o prugne stufate.

 

Si tratta di una specialità austriaca, ma servita moltissimo anche in Germania.

Berlino, una città in cui ritornare

Sì, a Berlino si torna.

Si torna perché ci si vuole sentire ancora una volta nel cuore dell’Europa.

Si torna perché c’è tanto da vedere e non si riesce a visitarla tutta in una sola volta.

Si torna perché si vuole capire meglio…

Si comincia seguendo i percorsi avvincenti della grande Storia, per lasciarsi poi incuriosire dai dettagli, dagli aneddoti delle singole vite spesso stravolte da quegli eventi che ci sono  pervenuti solo sotto forma di grandi numeri: 55.000 gli ebrei scomparsi a Berlino fino al 1945.

 

A Berlino si torna perché gli argomenti di interesse culturale sono davvero tanti e perché si vuole capire.

Si vuole anche capire perché varie generazioni di artisti come David Bowie negli anni ’70, Nick Cave o i Depeche Mode negli anni ’80 scelsero di vivere una parte della loro vita e della loro carriera artistica a Berlino Ovest, per respirare forse l'atmosfera di una città circondata da un Muro, che si poteva raggiungere o lasciare, solo volando (Il ponte aereo Lüftbrücke che mise in comunicazione Berlino Ovest con il resto del mondo fu realizzato dagli americani nel 1948)!

 

Nel 1990 i Pink Floyd presentano a Berlino il loro album “The Wall”. Si celebrava la caduta del Muro e la nuova vita della città.

Berlino tra passato e futuro

Quando comincia il futuro d’Europa? Nel dopoguerra? Alla fine della Guerra Fredda?

 

Gli attori del nuovo millennio sono figli di eventi straordinari, che hanno cambiato il destino del mondo, stravolgendo schemi sociali saldi e indiscutibili fino a quel 9 Novembre 1989, quando il blocco sovietico annunciò definitivamente il fallimento del suo sistema politico-sociale e consegnò l’Europa, tutta, al capitalismo moderno.

Il Muro era caduto, ora bisognava rifare la Germania, ancora una volta.

 

Oggi Berlino si presenta così, distrutta e ricostruita, con una nuova democrazia, ma soprattutto ostinata a ricoprire un ruolo determinante nella vita politica, economica e sociale della nostra Unione Europea.

 

Vuoi saperne ancora di più sulla città? Continua a navigare su "Cosa vedere a Berlino", scoprendo quali sono le visite guidate e molte altre curiosità.